Spazio Diretta

Ultimi video

di Omar Costantini

Pubblicizza la tua attività con Friuli TV

Le Ultime News

Friuli Tv

Friuli TV

Sito web di notizie e media
304

Portale web informativo. Coordinatore Editoriale e Direttore News Omar Costantini Webmaster Giuseppe Quattrin.

Friuli TV

1 giorno 10 ore fa

www.facebook.com/483544338668597/posts/1085656658457359/ una bella iniziativa #Judrio

Friuli TV

1 giorno 11 ore fa

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO DELLE SIGLE SINDACALI FORZE DI POLIZIA IN FVG.

Ci aspettavamo almeno una risposta, non un provvedimento, non un’ordinanza, ma solo una semplice comunicazione a una nostra legittima richiesta.
Lo scorso mese di marzo, in momenti diversi, alcune delle OO.SS. scriventi avevano inviato al Governatore Fedriga, la richiesta per sottoporre tutti gli operatori della sicurezza e del soccorso pubblico operanti in Friuli Venezia Giulia ai protocolli per l ’effettuazione del c.d. “tampone” o altre attività che certifichino la negatività al COVID - 19.
Siamo consapevoli del delicato momento della vita del nostro Paese, siamo altrettanto consci delle difficoltà che esistono nel reperire i materiali di protezione individuale e quello per effettuare i riscontri alla positività al virus, ma è anche sotto gli occhi di tutti che dopo il personale sanitario, sul campo, esposti al rischio maggiore di contagio, ci sono gli operatori della sicurezza e del soccorso pubblico.
Riteniamo questa iniziativa indispensabile per contenere il più possibile il diffondersi del contagio da Coronavirus tra i nostri operatori, necessaria per scongiurare il rischio di ritrovare in “quarantena” intere articolazioni dell’ordine e sicurezza pubblica della nostra Regione.
In altre realtà, Veneto, Lombardia e Toscana, solo per citarne alcune, con ordinanze regionali è stata prevista l’applicazione del test di positività al COVID - 19 per tutte le categorie maggiormente esposte a rischio, tra cui,appunto, anche gli operatori della sicurezza e del soccorso pubblico; in Friuli Venezia Giulia non siamo stati degnati nemmeno di una risposta alla nostra richiesta.
Adesso ci aspettiamo i fatti oltre alle parole, che continuamente ascoltiamo ai microfoni delle TV o leggiamo sulle pagine dei giornali, qualcosa di concreto che vada oltre i plausi e ringraziamenti per quanto quotidianamente facciamo.

Friuli TV

1 giorno 12 ore fa

UDINE. RISPOSTA DI ENRICO BERTOSSI AL COMUNICATO DEL SINDACO FONTANINI SULLA IGIENIZZAZIONE DEI BIDONCINI.

Mi dispiace che il sindaco Fontanini anche in questi momenti di grande difficoltà per i cittadini dedichi il suo tempo a fare polemiche invece di cogliere gli spunti per migliorare le condizioni di vita degli udinesi ai quali in sostanza dice di arrangiarsi da soli.
Chi vive in città può valutare da solo se i vecchi cassoni della Net, ivi comprese le campane del vetro e quelli per la carta e la plastica, vengono frequentemente lavati e igienizzati oppure no.
Gli stessi poi, da quando è stato avviato il porta a porta, sono diventati meta frequente di turismo dei rifiuti, non solo da fuori comune, ma anche all’ interno della città e traboccano di immondizia di ogni tipo.
Il problema vero però sono i bidoncini e anche qui lascio agli udinesi che osservano quotidianamente confermare se gli operatori (più frequentemente il singolo operatore) sono dotati sempre di guanti e mascherina e svuotano i bidoncini senza toccarne il contenuto con le mani.
Ribadisco che invece di pulire strade e marciapiedi con un intervento ritenuto da molti scientificamente inutile sarebbe meglio aiutare i cittadini nella disinfezione dei bidoncini, soprattutto per chi vive negli appartamenti ed è costretto a tenerseli in casa.

Friuli TV

1 giorno 12 ore fa

UDINE. EMERGENZA CORONAVIRUS: FONTANINI RISPONDE A BERTOSSI, IL PROBLEMA IGIENICO NON RIGUARDA I BIDONCINI MA I BIDONI SU STRADA, CHE COMUNQUE SONO COSTANTEMENTE SANIFICATI

“Mi pare che il Consigliere Bertossi, nella sua interrogazione, non colga, o non voglia cogliere, il punto della questione”. Lo dichiara il Sindaco di Udine Pietro Fontanini rispondendo all’interrogazione presentata dal Consigliere di Prima Udine Enrico Bertossi.

“I problemi igienici infatti - prosegue il Sindaco -, soprattutto in questa fase di emergenza da coronavirus, non riguardano tanto i bidoncini del sistema ‘casa per casa’, la cui igienizzazione spetta in ogni caso, anche in una condizione di normalità, al privato cittadino, ma i bidoni del vecchio sistema ancora presenti sulle strade di alcuni quartieri”.

“Entrando nel merito, posso dire che gli operatori impegnati quotidianamente nella raccolta dei bidoncini del sistema ‘casa per casa’ sono provvisti di guanti e di tutti i presidi sanitari indicati a livello ministeriale per questo genere di attività, mentre quelli su strada sono costantemente igienizzati dal personale Net, nel rispetto delle linee guida indicate dalla Protezione Civile Regionale”.

“Concludo facendo notare che se domandare è sempre legittimo, porre la domanda in maniera scorretta, non centrando il problema, o magari volendo innescare inutili polemiche, rischia di alimentare la condizione di preoccupazione, aggravata dalle misure restrittive dei movimenti individuali, alla quale le cittadinanza è sottoposta”, conclude Fontanini.

Friuli TV

Friuli TV

1 giorno 12 ore fa

CLUSTER ARREDO CASA FVG. PRONTI PER FASE DUE COVID 19.

Pronti per la fase 2. Il comparto del Legno Arredo Costruzioni del Fvg, oggi ancora più unito, scalpita per ripartire. Dal falegname alla grande impresa,tutti hanno voglia di costruire insieme il futuro, dopo questa bordata che sta mettendo a dura prova le realtà produttive della regione. E lo fanno partendo da un protocollo su cui ha lavorato per settimane, letteralmente giorno e notte, il Cluster FVG proponendo una prassi unitaria regionale del settore che favorisca una ripartenza consapevole. Si chiama Welcome Area, e disciplina il processo con cui avvengono gli accessi nelle aziende; un protocollo alla ci base oltre alla tracciabilità digitale degli accessi c’è la garanzia dell’uso di adeguati dispositivi di protezione per chiunque operi o entri all'interno dello stabilimento o cantiere.

Pierluigi Zamò, membro del CDA del Cluster e vicepresidente Uniundustria, titolare della Ilcam, sottolinea che nelle aziende del Friuli“il rischio è estremamente basso, in particolare per le attività del nostro Cluster, il che vuol dire che abbiamo attuato tutte le richieste dell’apparato regionale e nazionale. Nel frattempo, come Cluster, abbiamo elaborato protocolli che impegnano ancora di più ad estendere la sicurezza. Per cui non capiamo come mai a livello nazionale non si riesca a fare un passo avanti e permettere almeno l’apertura, in forma parziale ma controllata, della nostra filierain modo da per fare le consegne clienti esteri, che cominciano a dare segni di impazienza e a rivolgersi ad altri fornitori. Non dimentichiamo quanto il settore del legno arredo sia essenziale per l’economia regionale. Il danno di questa situazione non è finanziariamente riparabile in nessun modo".

E’ preoccupato non solo dal punto di vista economico, ma anche sociale e umano Mauro Damiani, vicepresidente del Cluster e titolare della INDAF, azienda artigiana udinese. “Parlo di salute mentale e di equilibriche in questa situazione vengono destabilizzati. I nostri decisori nazionali tengano in considerazione anche questo aspetto”. Damiani rappresenta le piccole realtà, quelle non patrimonializzate e prive, perciò, scorte economiche. “L’artigiano vive della giornata di lavoro, non ha le spalle coperte. Noi ci teniamo alla salute dei nostri dipendenti, sono una risorsa insostituibile. Applicheremo quindi tutte le protezioni del casoattraverso questo protocollo unitarioche vuole accompagnare l'intera filiera legno arredo costruzioni, dai più grandi ai più piccoli”.

Chiede di riaprire dal 14 aprile Roberto Contessi,presidente di ANCE FVG e ospite permanente nel CDA del Cluster.“Il nostro settore può ripartire, i rischi sono bassi,considerato anche che noi lavoriamo all’aria aperta. Vogliamo dare un contributo in questa fase all’economia regionale “tirandoci dietro” l’indotto, e così la macchina si avvia, nel massimo rispetto della salute di tutti. Un percorso chiaramente da fare su base volontaria, sia per lavoratori che per imprese, in modo da costruire il nuovo futuro tutti insieme”.

I Blitz Friulani

di Omar Costantini