Bambini e ragazzi in Cina potranno giocare online solo per un’ ora

“I giocatori online di età inferiore ai 18 anni potranno giocare solo per un’ora il venerdì, i fine settimana e i giorni festivi” ha affermato il regolatore dei videogiochi cinese.

La National Press and Publication Administration ha dichiarato all’agenzia di stampa statale Xinhua che il gioco sarà consentito solo tra le 20:00 e le 21:00.

Ha inoltre incaricato le società di gioco di impedire ai bambini di giocare al di fuori di questi orari.

“Aumenteranno anche le ispezioni delle società di gioco online, per verificare che i limiti di tempo vengano applicati” ha affermato il regolatore.

Esistevano già regole che limitavano il gioco online dei bambini a 90 minuti al giorno, salendo a tre ore nei giorni festivi.

Un mese prima delle ultime restrizioni, un articolo pubblicato dall’Economic Information Daily, gestito dallo stato, affermava che molti adolescenti erano diventati dipendenti dal gioco online e questo stava avendo un impatto negativo su di loro.

L’articolo ha provocato un calo significativo del valore delle azioni di alcune delle più grandi società di gioco online della Cina.

A luglio, il gigante cinese dei giochi Tencent ha annunciato che stava implementando il riconoscimento facciale per impedire ai bambini di giocare tra le 22:00 e le 08:00.

Ci sono stati però timori che i bambini stessero usando i documenti d’identità degli adulti per eludere le regole.

Quest’ estate è finita in modo deludente per le decine di milioni di giovani giocatori cinesi.

Le autorità cinesi sono da tempo preoccupate per la dipendenza dal gioco e altre attività online dannose tra i giovani.

Pechino sembra mostrare un crescente scetticismo sull’espansione del capitale e della tecnologia, nonché sul suo potenziale impatto negativo sul benessere delle giovani generazioni del Paese.

Imponendo queste nuove regole, il governo cinese spera di creare “energia positiva” tra i giovani e di educarli con quelli che Pechino considera “valori corretti”.

Mentre molti genitori cinesi possono applaudire la restrizione di gioco, alcuni sui social media cinesi Weibo criticano l’interferenza del governo come “irragionevole” e “arbitraria”.

“Perché non organizzi anche quando vado in bagno, mangio i pasti e vado a letto”, si legge in un commento sarcastico.

marketing
marketing@friulitv.net