BRUNO PIZZUL DIVENTA COMMENDATORE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

Auguri e complimenti a Bruno Pizzul per il titolo di Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Onorificenza che gli verrà consegnata venerdì pomeriggio in Prefettura a Gorizia.

Giornalista e telecronista per caso dal 1970 ha raccontato per la Tv di Stato ben nove campionati del mondo di calcio, altrettanti campionati europei, un numero imprecisato di partite tra Serie A, B e Coppa Italia. Senza dimenticare le telecronache dei trionfi europei dei club italiani. Tra queste anche la dolorosa e tragica serata insanguinata dell’Heysel che avrebbe assegnato la Coppa dei Campioni tra Juventus e Liverpool il 29 maggio 1985. Da professionista e uomo com’è ha saputo gestire in diretta, senza farsi sopraffare dall’emozione del momento quello che stava vedendo con i suoi occhi.

Dal 31 maggio 1986 al 26 agosto 2002 prima voce della Nazionale di Calcio.

Ha saputo narrare le gesta pallonare con garbo, lessico e voce inconfondibile applicando nello stesso tempo tutta la sua esperienza vissuta sui campi da calcio nel ruolo di centrosostegno sistemista.

Bruno ha condotto sia la Domenica Sportiva sia Domenica Sprint, ma anche voce per altri sport dividendo con Giorgio Martino e Gianfranco De Laurentiis il record di telecronache sportive della televisione italiana.

Oggi trascorre i suoi giorni, dopo aver appeso microfono e cuffie al chiodo, assieme alla Signora Maria nella sua amata Cormons; senza disdire interventi puntuali sui network locali e nazionali oppure impugnare carta e penna per scrivere la sua domenica calcistica il lunedì per il Messaggero Veneto.

Senza dimenticare i consigli utili che lancia a noi giovani cronisti per evitare facili cadute lungo la retta via.

Con simpatia.

Omar Costantini Direttore FriuliTv

Redazione
info@friulitv.net