COSEF, APPROVATO IL BILANCIO 2020. DISTRIBUITO SUL TERRITORIO UN VALORE AGGIUNTO DI OLTRE 1 MILIONE E 200.000 EURO

Un margine operativo EBIT dell’8,8% e un risultato netto pari a 200.287 euro, con un patrimonio netto di 9.473.589 euro e la distribuzione di un valore aggiunto sul territorio pari a 1.292.273 euro. Sono alcune delle cifre del bilancio 2020 del Cosef, Consorzio di sviluppo economico del Friuli, approvato oggi dall’Assemblea dei soci. “Siamo molto soddisfatti dei risultati ottenuti – ha dichiarato il presidente Claudio Gottardo -, che sono positivi e fanno ben sperare per il futuro, considerando che sono stati conseguiti in un periodo di forte crisi per molti settori produttivi, a causa della pandemia. Ci sono le premesse – ha aggiunto – affinché il Cosef si rafforzi sempre più come realtà di sistema, al servizio del sistema impreseterritorio”. Presente l’assessore regionale alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini, che si è soffermato sul ruolo dei consorzi di sviluppo economico.  “I consorzi di sviluppo economico locale – ha detto – stanno cambiando veste e stanno andando sempre più verso verso le esigenze delle industrie insediate, ovvero garantire loro servizi. Come Regione – ha aggiunto – li abbiamo potenziati con Rilancimpresa e Sviluppoimpresa”. Bini poi ha commentato il progetto del nuovo centro direzionale che il Cosef realizzerà in zona Ziu. “Lo abbiamo fortemente voluto – ha detto – e per questo abbiamo messo a disposizione 4 milioni di euro”. E ha proseguito: “Andremo ancora a poteziare i consorzi, come braccio operativo della Regione, allargando le zone in cui potranno operare, di concerto con i Comuni. Per lo sviluppo della portualità, soprattutto per il Friuli centrale è importante rafforzare Porto Nogaro, nella Ziac, per la quale – ha annunciato l’assessore – intendiamo chiudere la fase commissariale, in vista di un rilancio complessivo di un’area che può essere davvero trainante per l’economia regionale, da mettere a disposizione degli imprenditori, e ce se sono diversi disponibili a investire milioni e ad assumere migliaia addetti”.

L’assessore ha espresso anche la volontà di stanziare, di concerto con l’assessore regionale alle Infrastrutture Graziano Pizzimenti, i fondi necessari per il completamento dello scalo ferroviario della Ziu-Zau”.

Tra gli altri sviluppi futuri indicati dal Cosef, il presidente Gottardo ha a sua volta posto l’accento sul centro direzione alla Ziu, che sarà realizzato entro 24 mesi, con un finaziamento di 4 milioni da parte della Regione ed il resto con fondi del consorzio. “Sarà ben collegato anche dal punto di vista logistico – ha anticipato – con una pista ciclabile che da Udine va a Lauzacco, e a Pavia di Udine e con linee urbane di autobus che portano i lavoratori dal centro cittadino alle aziende”.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.