GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA MEDICINA DI EMERGENZA E URGENZA

Da alcuni anni il 27 maggio si celebra in Italia e nel mondo la Giornata Internazionale della Medicina di Emergenza e Urgenza (Emergency Medicine Day-EMDay).

L’iniziativa, ha lo scopo di rivolgersi a cittadini ed Istituzioni per promuovere conoscenza rispetto all’importanza di avere servizi di Emergenza e Urgenza competenti e ben organizzati, del loro utilizzo consapevole e responsabile e del grande valore che essi hanno in sé in termini di riduzione della morbilità e mortalità in casi di situazioni sanitarie di emergenza.

L’emergenza Covid ha reso più evidente il ruolo essenziale dei Pronto Soccorso e delle Medicina d’Urgenza regionali e nazionali che, pur con le note difficoltà di personale hanno garantito non solo il primo accoglimento a tutti i pazienti che sono giunti alle nostre porte, ma anche la gestione protratta a volte per più giorni di pazienti critici, dando modo agli ospedali di riorganizzarsi progressivamente per far fronte all’emergenza, e fungendo quindi da argine ad un fiume in piena. Nello stesso tempo abbiamo sempre garantito l’accoglimento e la sicurezza dei pazienti affetti da altre patologie, che in questa difficile seconda fase non sono mai mancati.

Il tema dell’EMday di quest’anno è “we are always there for you” volto a rimarcare che i Pronto Soccorso non chiudono mai e che sempre, in ogni circostanza, in qualunque periodo dell’anno, anche quando servizi di elezione sono stati ridotti per la pandemia o quando non ci sono più posti letto disponibili in ospedale, i servizi di emergenza e urgenza sono sempre stati aperti e sono sempre riusciti ad accettare il “prossimo paziente”, adattando i propri spazi e la propria capacità in modo funzionale rispetto la necessaria risposta alle esigenze del momento. 

Gli operatori dei Pronto Soccorso e delle Medicine d’Urgenza, medici, infermieri ed OSS, anche dopo la durissima esperienza appena trascorsa, continuano a svolgere con passione e dedizione un lavoro impegnativo e difficile, che amano, e che hanno scelto con convinzione e continuano a scegliere nonostante quanto vissuto con fatica e dolore nel corso della pandemia. L’emergenza COVID ci ha portato a livelli di stress fisico ed emotivo che non pensavamo di poter raggiungere e superare. Abbiamo riscoperto e confermato l’importanza della nostra professionalità, del rapporto umano e dell’empatia nei confronti di pazienti e parenti, del nostro essere squadra e comunità che affronta con spirito di corpo e con solidarietà le difficoltà.

Vogliamo condividere con la popolazione questa nostra esperienza, certi che una maggiore consapevolezza anche da parte della popolazione può essere fondamentale nel migliorare la qualità del nostro lavoro a servizio dei pazienti, in un’ottica di alleanza terapeutica che è il fondamento di una medicina di qualità.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.