GORIZIA. ARRESTATO DOPO CONTROLLO PER POSSESSO DI ARMI E STRUMENTI DA SCASSO.

La Polizia di Stato di Gorizia ha deferito all’Autorità Giudiziaria un 54enne isontino sorpreso, durante la notte tra il 24 ed il 25 ottobre scorsi, in possesso di un coltello a serramanico e di strumenti idonei alla commissione di reati contro il patrimonio.

L’attività, effettuata da personale della Squadra Volante della Questura, ha avuto inizio attorno alle ore 1,30 del 25 ottobre quando un equipaggio in servizio di controllo del territorio, nell’ambito dei servizi specifici disposti dal Questore di Gorizia, ha proceduto al controllo di due persone sospette lungo la via Faiti del capoluogo isontino.

Nel corso delle successive verifiche, una delle persone, identificata nel 54enne goriziano, è stata trovata in possesso di un coltello a serramanico di complessivi 15,5 cm, di un cacciavite e di un paio di pinze universali, oltre che di un guanto in pile di colore blu.

L’uomo, che non ha saputo giustificare in alcun modo le ragioni del possesso degli strumenti in questione, è pertanto stato accompagnato presso gli uffici della Caserma della P. di S. “F. Massarelli”, dove è stato denunciato per i reati previsti dall’art. 707 del codice penale (punito con la pena dell’arresto da 6 mesi a 2 anni) per il possesso delle pinze e del cacciavite e dall’art. 4 della Legge 110/75 (punito con la pena dell’arresto da 1 a 3 anni) per il possesso del coltello a serramanico.

Tutti gli oggetti rinvenuti sono stati sottoposti al vincolo del sequestro penale.

Redazione
info@friulitv.net