Grande Guerra: Rojc (Pd), fucilati Cercivento simbolo di pacificazione

“E’ giusto rendere onore al monumento ai Fucilati di Cercivento, i caduti che sono divenuti un simbolo dell’irragionevolezza della guerra, dell’ingiustizia e oggi della restituzione dell’onore e della pacificazione. Il voto unanime del Consiglio regionale ha interpretato un sentire diffuso e profondo tra le nostre genti, che ancora conservano la memoria della Grande Guerra che qui si è duramente combattuta”. Lo ha dichiarato oggi a Cercivento (Udine) in occasione della prima “Giornata regionale della restituzione dell’Onore” la senatrice Tatjana Rojc (Pd), prima firmataria del ddl 908 recante “Disposizioni per la riabilitazione storica degli appartenenti alle Forze armate italiane condannati alla fucilazione dai tribunali militari di guerra nel corso della prima Guerra mondiale”.
“Sono orgogliosa di aver depositato un disegno di legge nazionale che si ispira direttamente ai caduti di Cercivento e speravo potesse proseguire il suo iter ma – ha aggiunto la senatrice – voglio confidare che, con il passaggio il Aula, avrà pieno effetto la risoluzione della commissione Difesa che impegna il Governo alla riabilitazione storica della memoria degli oltre 700 soldati italiani che vennero ingiustamente passati per le armi dopo giudizi sommari”.