INCIDENTE TRAM DI OPICINA NEL 2016. CONDANNATO UNO DEI DUE MACCHINISTI.

Una condanna a otto mesi di reclusione con la condizionale per disastro ferroviario colposo. E’ quella inflitta, in primo grado, a Stefano Schivi, di 57 anni, alla guida della vettura numero 405 dello storico tram di Trieste il 16 agosto 2016 che si scontrò con una vettura proveniente in senso contrario, la 404, in prova. Assolto, invece, l’altro imputato al processo, Fulvio Zetto, di 55, che era alla guida proprio della 404. Nell’incidente rimasero ferite otto persone. Lo ha stabilito, come riporta ‘Il Piccolo’ in edicola questa mattina, il collegio presieduto dal giudice Piervalerio Reinotti. Il pm, Matteo Tripani, aveva chiesto la condanna a 1 anno e 4 mesi per entrambi i conducenti della Trieste Trasporti, gestore della linea. Schivi, per bocca del suo legale, Andrea Valanzano, ha già ipotizzato ricorso contro la sentenza.