LA GUERRA DEI SOCIAL

TikTok supera Facebook come app più scaricata del 2020. Che fine ha fatto Snapchat? Whatsapp sostituita da Signal?
Già a maggio TikTok aveva battuto Facebook e a gennaio la Sensor Towerl’ha dichiarata l’App più redditizia al mondo con quasi 128 milioni di dollari da parte di utenti paganti.
Al contrario Snapchat ha cominciato a scendere dalla classifica italiana di app più scaricate dal 2017, scopriamo come mai.
Snapchat viene lanciato nel 2012 quando ancora erano attive App come Vine e Musical.ly (l’attuale TikTok) .
Sguita fin da subito da i ragazzi più giovani , Snapchat è un’ App dove si possono postare storie che vengono cancellate automaticamente 24 ore dopo.
Per i messaggi più o meno il funzionamento è lo stesso ,quelli scambiati in privato saranno eliminati automaticamente non appena entrambi avranno visualizzato la Chat.
I messaggi inviati alle Chat di gruppo vengono automaticamente eliminati dopo 24 ore.
Quindi come mai Snapchat non è più popolare in Italia tanto quanto negli Stati Uniti?
Zuckerberg ha ben pensato di trasferire i contenuti a scadenza su Instagram e su Facebook, facendo diventare le stories lo strumento più usato del 2018.
Gli utenti italiani quindi hanno preferito mantenere Instagram piuttosto che Snapchat, così facendo quest’ultimo è finito un po’ nel dimenticatoio.
Ma c’è ancora chi lo usa per scambiare messaggi di cui non vuole far sapere il contenuto affidandosi alla funzione del cancellamento dei messaggi appena visualizzati, come dicevamo prima.
Anche se, secondo i dati, gli italiani preferiscono l’uso di Telegram poichè la sicurezza dei messaggi è più alta, La crittografia end-to-end è abilitata automaticamente su tutte le chat.
Ciò risulta diverso rispetto alle altre app che criptano i messaggi solo se l’utente la attiva specificamente.
Infine ha le opzioni per la privacy in modo che non tutti i contenuti siano disponibili per la visualizzazione pubblica.
Cominciano ad uscire i primi dati che ci fanno capire che presto anche Whatsapp potrebbe essere sostituita da Signal.
Signal fondata nel 2013 è sostenuta dalla Signal Foundation, un’associazione non profit, finanziata anche da Brian Acton, fondatore di WhatsApp, che ha lasciato la compagnia nel 2017, tre anni dopo la fusione con Facebook.
Finora è stata utilizzata principalmente da giornalisti d’assalto, politici e grandi imprenditori per tutelare i propri dati.
Signal utilizza infatti un sistema di crittografia molto avanzato, sempre end-to-end, ed è tra le app di messaggistiche che raccolgono meno informazioni personali dell’utente.
I dati sensibili, viene sottolineato nelle condizioni di utilizzo dell’applicazione, non sono usati per scopi pubblicitari.

Articolo in collaborazione con: http://www.HorizonInformatica.com

Facebook :

https://www.facebook.com/horizoninformaticapn 

https://www.facebook.com/FriuliTv/

marketing
marketing@friulitv.net