MONFALCONE. CICLOVIA CANALE VALENTINIS TRIESTE AIRPORT

“Piú vicini e connessi grazie alla pista ciclabile che collegherà il punto più al nord del Mediterraneo all’aeroporto.

Ringrazio la Regione per aver finanziato questa grande opera, fondamentale non solo per il mandamento, che garantirà ai cittadini la possibilità di essere più vicini ai servizi, senza cesure sul territorio, e che darà valore anche alle opportunità turistiche che la nostra città può vantare: più vicini all’aeroporto per il Carso, per il mare, per la crocieristica. E cittadini più vicini ai propri interessi con i percorsi casa- scuola e casa-lavoro, senza dimenticare la funzionalità del collegamento tra i comuni di Monfalcone, Staranzano e Ronchi.

Un investimento notevole, che la Regione ha finanziato con 5.200.000 €, a dimostrazione del fatto che, come noi, crede nell’importanza strategica di questo progetto.”

Con queste parole il sindaco di Monfalcone, Anna Maria Cisint, ha accolto l’assessore regionale alle Autonomie Locali, Pierpaolo Roberti – in visita informale a Monfalcone per un sopralluogo dei cantieri con i lavori in corso delle opere più rilevanti per la città – nel tratto di pista ciclabile che, a lavori ultimati, unirà il Canale Valentinis all’aeroporto.

1.800 metri di pista ciclabile nel comune di Monfalcone, per rendere più agevole ed ecologico il percorso casa-lavoro e casa-scuola che verrà realizzata in prossimità di quattro istituti scolastici per consentire, tra l’altro, a studenti e accompagnatori di raggiungere le scuole in sicurezza, senza doversi immettere sulle strade percorse da veicoli. Vicino all’ingresso delle scuole verrà anche realizzato un golfo di fermata per rendere più sicura la sosta di scuolabus e corriere.

Infatti, a seguito dell’approvazione del Premoci, il Piano Regionale Mobilità Ciclistica) il Comune di Monfalcone sottoscriverà, in qualità di ente capofila, l’Accordo di programma per la promozione e lo sviluppo della mobilità ciclistica nell’area afferente al Polo Intermodale di Trieste Airport, finalizzato al completamento delle reti ciclabili e al miglioramento della sicurezza e dell’accessibilità mediante la realizzazione di sottopassi ciclabili, per il quale sono stati invitati il Comune di Monfalcone, il Comune di Ronchi dei Legionari, il Comune di Staranzano e la società Aeroporto Friuli Venezia Giulia S.p.A.

L’Accordo di programma, che la giunta comunale approverà nei prossimi giorni, disciplina i rapporti tra le parti e si concretizza attraverso un progetto territoriale che prevede la progettazione e la realizzazione di un sottopasso ciclabile in corrispondenza della stazione ferroviaria per il collegamento del Polo Intermodale con la pista ciclabile proveniente da sud, cioè da Staranzano; la  progettazione e la realizzazione dei sottopassi ciclabili alla SR14 e i relativi tratti di pista ciclabile necessari per garantire i collegamenti verso la stazione ferroviaria, l’aeroporto, le aree industriali e i centri abitati limitrofi; la  progettazione e la realizzazione di un sottopasso ciclabile alla SR677 per connettere il polo intermodale con gli abitati posti a est, quindi verso Ronchi dei Legionari e Monfalcone, e dei relativi tratti di pista necessari per garantire i collegamenti ciclabili verso l’aeroporto e l’area industriale di Soleschiano.

E’ inoltre prevista la progettazione e la realizzazione delle opere di completamento della pista ciclabile lungo il sedime ferroviario dismesso della linea “ex Fincantieri” nei Comuni di Monfalcone e Ronchi dei Legionari, quale parte della ciclovia di interesse regionale FVG 2/d, che rappresenta anche un importante corridoio per gli spostamenti sistematici casa-scuola e casa-lavoro, suddiviso per due lotti di intervento.

Il lotto n. 1 relativo al tratto del sedime ferroviario “ex Fincantieri” nel territorio comunale di Monfalcone, da via Aulo Manlio al confine comunale con Ronchi dei Legionari, il lotto n. 2 che comprende il tratto del sedime ferroviario “ex Fincantieri” nel territorio comunale di Ronchi dei Legionari, dal confine comunale con Monfalcone fino alla connessione con il percorso ciclabile nel Comune di Staranzano parallelo al raccordo stradale SS14-SP19 denominato SRGO26.

L’Amministrazione comunale di Monfalcone, in qualità di capofila, curerà lo svolgimento del servizio di progettazione a seguito della gara per l’individuazione del progettista per la realizzazione dei sottopassi, coprirà il  ruolo di stazione appaltante per la progettazione ed esecuzione dei lavori per gli interventi di completamento della pista ciclabile lungo il sedime ferroviario dismesso della linea “ex Fincantieri” e coordinerà le attività delle Amministrazioni comunali firmatarie dell’Accordo e delle Amministrazioni contermini, qualora interessate dalle attività dell’Accordo.

La conclusione dei lavori è prevista per la primavera del 2024.

A primavera è anche prevista la consegna dei lavori del Porticciolo del Canale Valentinis – altra tappa del tour di Roberti in città – che attualmente hanno già visto la realizzazione del muro di sostegno della nuova carreggiata, che modificherà l’attuale curva a 90° per rendere la svolta verso Trieste più agevole e la costruzione della piattaforma che metterà in collegamento la città con il mare, simpaticamente ribattezzata dall’assessore “la Barcola di Monfalcone”.

Sosta d’obbligo, poi, al cantiere di Piazza della Repubblica, dove sono stati mostrati i lavori finora realizzati. Nonostante i problemi riscontrati – spiega Cisint, accompagnata dai tecnici del Comune Enrico Englaro e Andrea Ceschia – relativi alla mancanza di fognature e di alcuni allacciamenti, il cronoprogramma dei lavori verrà rispettato e a fine novembre la pavimentazione sarà completa fino all’area in prossimità del Caffè Municipio.

Ultima tappa al Museo Medievale sito al piano terra del Palazzo Municipale, all’interno del quale, entro fine anno, oltre alle mura della città, sarà possibile ammirare lo spadone e gli oggetti ritrovati durante i lavori di ristrutturazione del Municipio.

Redazione
info@friulitv.net