NASCE UN NETWORK DI CLUSTER TERRITORIALI PER LA BIOECONOMIA

Ad aprire i lavori è intervenuto Massimiliano Fedriga nel doppio ruolo di presidente della Regione Friuli Venezia Giulia e di presidente della Conferenza delle Regioni.

“Per evitare sovrapposizioni e sprechi e rispettare i tempi indicati dall’Europa nella gestione non solo dei fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza, ma anche della programmazione 2021-27 e di tutte le azioni statali e regionali è fondamentale trovare soluzioni sì nazionali ma che partano dai territori – ha detto Fedriga – servono cioè tanti protagonisti ma all’interno di una squadra. E le agenzie di cluster possono giocare proprio questo ruolo sia nel confronto con i diversi stakeholder, sia in quello con la stessa Conferenza delle Regioni. Ed è questa ultima interlocuzione che metto a disposizione del network che si sta creando, in maniera da concordare una visione di futuro che deve essere molto concreta”.

I lavori sono stati introdotti dal presidente di Agrifood Fvg, Claudio Filipuzzi, che ha sottolineato come proprio il Friuli Venezia Giulia sia stata la prima Regione in Italia a essersi dotata di un “Documento di primo posizionamento” in materia di bioeconomia.

“Ci troviamo in un periodo spartiacque, tra prima e dopo la pandemia – ha detto Filipuzzi – e la direzione futura è legata inevitabilmente a modelli improntati a una maggiore sostenibilità, in tutti i sensi: ambientale, economica e sociale. Spesso le progettualità non si esauriscono nel locale, ma per raggiungere gli obiettivi prefissati sono strategiche le interlocuzioni a livello nazionale ed europeo”.

L’attività quotidiana è il filo conduttore che lega le diverse agenzie sparse nella penisola. Si va dalla rappresentanza, al clustering, dall’innovazione alla formazione. E nella nostra regione Agrifood Fvg si è anche occupata della disciplina semplificata per le Piccole produzione locali e della gestione del marchio regionale “Io Sono Friuli Venezia Giulia”.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.