NUOVA SEDE E NUOVO MEZZO PER LA SEZIONE TERRITORIALE CRI TARCENTO

Nuova sede e nuova livrea per la Croce Rossa a Tarcento. La sede locale del comitato udinese, infatti, ha lasciato i locali accanto alla casa i riposo Opera Pia Coianiz per trasferirsi sempre a Tarcento in via Udine 25.

Dal 1986 a oggi quasi 1.200 volontari hanno dedicato il loro tempo e le loro energie per la crescita del movimento di Croce Rossa nel mandamento che racchiude i comuni di Tarcento, Tricesimo, Reana del Roiale, Nimis, Attimis, Taipana Lusevera, Magnano in Riviera, Buia e Treppo.

Sono partiti con tante speranze nella storica sede di via Pretura Vecchia affittata dal Comune, passando poi 15 anni fa nell’ampia sede costituta da uno dei prefabbricati post sisma dell’Opera Pia resa disponibile dall’indimenticabile Presidente Muzzolini. Nel 2020, grazie anche a un lascito, i volontari sono riusciti a individuare e acquistare un immobile idoneo in paese. I lavori, iniziati nel 2020, si sono conclusi la scorsa primavera e successivamente è iniziato il trasferimento della attività tra cui la postazione dell’emergenza territoriale 112. Infatti, il Gruppo dei volontari assicura con i dipendenti il servizio 118 con un mezzo attrezzato per l’emergenza e coordinato dalla Sores di Palmanova.

Nel 2019 sono state eseguite 2.500 interventi di cui circa 500 in codice giallo o rosso. Nel 2020 ne sono stati eseguiti altre 2.500 con un numero di codici gialli e rossi nettamente superiore. Va ricordato che con l’emergenza Covid non solo è aumentata l’urgenza ma anche la durata degli interventi a causa delle procedure, pre e post intervento, di messa in sicurezza dell’equipaggio, del mezzo e della disinfezione e pulizia.

“Tanti sono i giovani volontari che sono nati e cresciuti a Tarcento per poi intraprendere la carriera medica e infermieristica operando successivamente nel sistema sanitario regionale – spiega la presidente del Comitato Cri di Udine Cristina Ceruti -. Con orgoglio presentiamo a loro e a tutta la cittadinanza la nuova sede che, accanto alla funzione di emergenza, mette un centro di formazione con due aule magne e spazi per le attività sociali con ufficio e magazzino viveri Agea.

“Il sogno di quei primi volontari del 1986 è oggi divenuto realtà dopo 35 anni di impegno crescente – aggiunge Pierpaolo Rovere, coordinatore del gruppo -. Il gruppo diTarcento ha una nuova casa, in mezzo al paese ma che opera per il territorio e la nostra gente”.

Rovere conclude con un invito a tutti i residenti: “Venite a vederla, venite a dare una mano anche voi”.

La presentazione della nuova sede avrà luogo nel rispetto della normativa Covid, nel pomeriggio di sabato 19 giugno alla presenza delle autorità locali e degli invitati