“Oltre il filo della violenza”.

Risalire la china. Uscire da un tunnel solo apparentemente senza la luce in fondo allo stesso. Mettersi in gioco, realizzando un calendario, servizi fotografici ed una mostra che, presto, a Ronchi dei Legionari, parlerà di un tema difficile e molto poco messo in risalto. Quello dell’anoressia. Protagonista è Anna Latino, veneta di Conegliano, che, domenica 28 novembre, sarà la testimonial dell’evento promosso a Mestrino, in provincia di Padova, dal tema “Oltre il filo della violenza”. L’evento è promosso dall’associazione Mica Male Onlus, in collaborazione con Ali di Vita, la presenza di # loppostodellaviolenza, la Fondazione Libra col progetto frena il bullo e con la presenza di Alessandro D’Angelo, Beatrice D’Angelo per il Dams Laboratorio di espressività e Federica Ferrari., presidente Agenda Olistica. Relatrici saranno Michela Pepe, psicologa clinica – psicoterapeuta specializzata negli adolescenti e nei disturbi dell’alimentazione, Giuseppina Filieri, presidente fondazione Libra e responsabile progetto Frena il bullo e Loredana Borgato, e presidente di Ali di Vita, associazione contro i disturbi alimentari. Il programma prevede, alle 10, il ritrovo al parco Bapi di Mestrino, i saluti del presidente dell’associazione “Mica Male Onlus” che introdurrà al New Project “oltre il Filo della Violenza”, e presenterà gli specialisti che tratteranno aspetti come bullismo, violenza di genere, dipendenze, disturbi dell’alimentazione ed autolesionismo. Perché il Covid ha portato all’esasperazione di tutto questo malessere e insieme si cercherà supporto e soluzioni. Al termine della conferenza, durata stimata 2 ore circa, esibizione #loppostodellaviolenza.

omar
info@friulitv.net