PORDENONE. UOMO IN ARRESTO CARDIACO SALVATO DA TEMPESTIVO SOCCORSO COORDINATO.

Un uomo di 36 anni è stato soccorso questa mattina dopo essere stato colto da un grave malore mentre si trovava all’interno di una azienda che sorge nella prima periferia di Pordenone.

Le persone che erano con lui in quel momento, che lo hanno visto perdere i sensi, hanno chiamato subito il Numero unico di emergenza Nue112.

Questa centrale, di primo livello, ha transitato immediatamente la telefonata alla sala operativa della Struttura operativa regionale emergenza sanitaria (Sores).

Gli infermieri della Sores hanno inviato tempestivamente sul posto l’equipaggio di una automedica e l’equipaggio di una ambulanza provenienti da Pordenone; mentre i mezzi su ruota raggiungevano l’azienda a sirene, in codice rosso, l’infermiere della Sores ha guidato al telefono le persone che hanno chiesto soccorso: la persona colta da malore è stata quindi rianimata con la guida al telefono fino all’arrivo delle equipes sanitarie.

A quel punto l’uomo è stato intubato e trasportato con la massima urgenza al pronto soccorso dell’ospedale di Pordenone. Il suo cuore ha ripreso a battere.

Va sottolineato che in caso di arresto cardiocircolatorio la tempestività è fondamentale: manovre di rianimazione cardiopolmonare vanno avviate immediatamente; lo possono fare anche persone che non conoscono la materia guidate al telefono dagli infermieri dalla Sores.

L’attività svolta in piena sinergia tra sale operative di primo e di secondo livello, le equipes sanitarie sul territorio, gli operatori dei pronto soccorso e i cittadini, ha permesso di salvare la vita di una persona.

Redazione
info@friulitv.net