SERVIZIO D’ORDINE A FRIULI DOC. LAVORO CERTOSINO DA PARTE DELLE FORZE DELL’ORDINE.

Dall’8 all’11 settembre, “Friuli Doc” è stato presidiato dalle forze dell’ordine con l’impiego di oltre 200 uomini dislocati sul territorio per garantire il regolare e sereno svolgimento della manifestazione. Quest’ultima ha attirato nel centro di Udine un considerevole numero di visitatori, anche da fuori Regione. È stata dedicata particolare attenzione ai luoghi di maggiore assembramento, operando principalmente mediante il presidio di piazze e luoghi di aggregazione, ma anche attuando continue pattuglie a piedi nelle strade e tra gli stand della fiera.

In totale, nel corso dei quattro giorni di festa, 430 persone sono state sottoposte a controllo con l’etilometro, 22 sono stati gli esiti positivi e agli stessi è stata ritirata la patente. La somma dei punti decurtati a conducenti è di 250. Due veicoli sono stati sequestrati. Un paio le sanzioni amministrative: una per ubriachezza molesta e una per uso personale di sostanze stupefacenti. Nel bilancio figurano anche quattro persone denunciate in stato di libertà e un arresto per lesioni, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

“È stata la prima edizione di Friuli Doc dopo il venire meno di norme restrittive legate al Covid-19, con un afflusso di persone decisamente elevato rispetto ai due anni precedenti – ha dichiarato il prefetto di Udine Massimo Marchesiello -. Abbiamo messo in campo un importante servizio di ordine e sicurezza pubblica con la collaborazione di tutte le forze di polizia a tutela dei partecipanti all’evento. Un applauso al personale delle forze dell’ordine che con professionalità ha garantito la sicurezza di cittadini e turisti in queste giornate così importanti”.

Un ringraziamento arriva anche dall’assessore alla sicurezza Alessandro Ciani. “Un grande grazie alle forze dell’ordine e alla nostra polizia locale per l’elevato numero di controlli effettuati.

Redazione
info@friulitv.net