SPORTLAND FVG

“Il Friuli Venezia Giulia è una meta eccezionale per il turismo lento, per la ricerca di luoghi incontaminati, per la pratica di esperienze alternative tra sport e natura. La pandemia ha cambiato la richiesta turistica e la proposta confezionata da Sportland risponde appieno alle rinnovate esigenze di sicurezza e di immersione nella natura ricercate dai visitatori”.
Lo ha detto l’assessore regionale alle Attività produttive e turismo, Sergio Emidio Bini, intervenendo oggi a Udine alla presentazione alla stampa dei pacchetti turistici primavera – estate 2021 proposti da Sportland.
Nato nel 2011 per la promozione dell’area pedemontana e dell’Alto Friuli, il progetto Sportland intende sfruttare il binomio sport e turismo attraverso eventi di richiamo internazionale. L’iniziativa unisce quindici Comuni (Arta Terme, Artegna, Buja, Bordano, Forgaria nel Friuli, Gemona del Friuli, Montenars, Nimis, Osoppo, Tarcento, Tolmezzo, Trasaghis, Venzone, Verzegnis e Villa Santina) e mette in rete la pratica delle diverse discipline sportive con l’offerta culturale, naturalistica ed enogastronomica. La promozione è affidata alla sinergia con PromoTurismoFVG.
Come ha ricordato Bini “nel 2020 la Regione ha voluto un connubio forte tra PromoTurismoFVG e Sportland, scelta che ha attribuito una marcia in più alla promozione di queste particolari offerte nell’area montana del Friuli Venezia Giulia e che oggi si sta rivelando particolarmente attrattiva”.
I pacchetti turistici si articolano in 13 proposte che ruotano attorno ai temi della vita all’aria aperta, della natura e del benessere fisico e mentale. Le proposte includono la pratica sportiva per turisti molto attivi con la possibilità di praticare ciclismo, canoa, trekking e parapendio.
Per chi vuole solo rilassarsi quest’anno ci sarà la possibilità di fruire del pacchetto “detox e sostenibile” a cui si aggiunge la collaborazione con Friland che propone soggiorni in casette sostenibili, ecologiche e autosufficienti, immerse nel verde di Mont di Prat. Qui si potranno svolgere attività di trekking, escursioni in bici elettrica, yoga all’aria aperta e “bagni in foresta” per riossigenare il fisico; il tutto abbinato al cibo salutare con corsi di raccolta ed uso delle erbe in cucina ed utilizzo di prodotti a chilometro zero. Con riferimento a Friland Bini ne ha sottolineato le grandi potenzialità, “un’idea imprenditoriale che consente di vivere appieno le bellezze naturali della nostra regione”.
A partire dal 27 giugno e fino al 4 settembre, si svolgeranno inoltre i centri vacanza di una settimana per bambini da 6 a 14 anni, con pernottamento di sei notti in hotel e case per ferie dislocati a Arta Terme, Forgaria, Gemona e Tarcento. Le attività, prevalentemente sportive, si svolgeranno invece sui territori dei quindici comuni. I partecipanti potranno sperimentare mountain bike e orienteering sull’altopiano del Monte Prat e a Piano d’Arta, sport nautici sul Lago dei Tre Comuni, tiro a segno nel poligono di Tolmezzo, arrampicata sportiva nella palestra di Gemona, nuoto ad Arta Terme, mini golf e pesca sportiva nei laghetti di Venzone. L’offerta è completata da escursioni cicloturistiche e passeggiate tra boschi, laghi e torrenti. Ai genitori che accompagnano i figli viene proposto un week end con pernottamento e prima colazione in bed and breakfast, hotel o alberghi diffusi del territorio.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.