SVILUPPO DEL PORTO DI MONFALCONE

Due giornate di lavoro e programmazione quelle che, richieste dal Comune di Monfalcone, hanno animato la sede del Porto di Monfalcone tra martedì 11 e mercoledì 12 gennaio. Le riunioni, cui hanno partecipato il Sindaco di Monfalcone Anna Maria Cisint e i tecnici del Comune, il Consigliere Regionale Antonio Calligaris e i tecnici regionali, il Comandante della Capitaneria di Porto Giuseppe Siragusa, l’Autorità di Sistema e il Consorzio Industriale, sono previste dall’intesa sottoscritta da Comune, Regione e Autorità di Sistema e puntano a verificare con frequenza lo stato dell’arte dello sviluppo degli interventi attuati in Porto in maniera sinergica.

“Abbiamo richiesto gli incontri per discutere temi di assoluta rilevanza per Monfalcone” spiega il Sindaco Cisint, che ha chiarito la necessità di procedere rapidamente nella realizzazione degli interventi “che daranno maggior sicurezza ai lavoratori e maggiori opportunità alle imprese e al mercato dei traffici”. Si parla dei lavori – svolti dall’Autorità di Sistema e dal Provveditorato – su asfalti, manutenzioni di acque nere e infrastrutture ferroviarie e che hanno composto l’ordine del giorno.

“Urgente la necessità di potenziare il servizio ferroviario” continua Cisint, “attraverso la condivisione delle attività tra F.U.C – Società Ferrovie Udine Cividale – e Adriafer, con il coordinamento dell’Autorità Portuale”.

In questo frangente, “a breve verrà portato all’attenzione di Autorità e Comune la bozza di un piano di sviluppo ferroviario che prevede sia l’ottimizzazione del servizio che l’integrazione dei mezzi e degli strumenti ferroviari”, spiega l’Ingegner Crescenzi, dirigente del settore ferroviario di adsp.

Nel corso della riunione, il Sindaco Cisint ha richiesto “certezza rispetto all’organizzazione dello sviluppo ferroviario e alla capacità di coprire l’emergenza del potenziamento infrastrutturale che il  maggior carico di merci esige, incluso il miglioramento dello snodo ferroviario”. A questo scopo, “abbiamo verificato anche i cronoprogrammi dei lavori che saranno all’ordine del giorno del prossimo comitato di gestione”.

Lo sviluppo infrastrutturale viene appoggiato in maniera forte dalla Regione, che “ha stanziato 6 milioni di euro per l’efficientamento delle manovre ferroviarie, 4 milioni di euro nel bilancio 22-24 per la realizzazione degli impianti fognari e per la fibra ottica e 90mila euro per la manutenzione del verde sul raccordo” spiega Calligaris.

E ancora, “sulla fibra ottica investiti 2 milioni e 8, mentre sulle asfaltature 1 milione e 2”. Per la prima, “il progetto definitivo è già in Regione” mentre per le seconde “si stanno svolgendo le indagini geognostiche”, spiega il Presidente di COSEVEG Renato Russo.

Tra i partecipanti, il Comandante Giuseppe Siragusa che ha sottolineato l’importanza di una manutenzione straordinaria dei fari di segnalazione posti all’entrata del Porto di Monfalcone e la verifica puntuale delle problematiche della nautica da diporto sul Valentinis, ove le navi da rimorchiatore provocano movimentazioni a imbarcazioni e banchina. “Il Comandante Siragusa convocherà una manovra di prova al fine di verificare le problematiche evidenziate

”, spiega il Sindaco, “che si rende necessaria per la sicurezza dei diportisti, soprattutto vista l’attrattività del luogo in vista del punto più a Nord del Mediterraneo”.

Redazione
info@friulitv.net