TRIESTE. WARTSILA DICE LA SUA.

Dopo aver annunciato i piani relativi alle attività manifatturiere di Trieste e aver partecipato a un tavolo di confronto al Ministero dello Sviluppo Economico il 27 luglio, Wartsila “ribadisce lo svolgimento del proprio operato in conformità al quadro legislativo italiano”.

Lo scrive il Gruppo finlandese in una nota precisando di star “seguendo correttamente la procedura indicata dalla legge, che prevede al termine di 60 giorni dalla data di comunicazione di avvio della stessa, la presentazione di un piano per mitigare le ricadute occupazionali ed economiche conseguenti alla decisione presa”.

Wartsila ribadisce di aver “dimostrato, in tutte le sedi e i tavoli di confronto a cui l’azienda ha preso parte, la piena volontà e disponibilità a collaborare con i sindacati e le Istituzioni per identificare le misure a sostegno dei suoi lavoratori nell’ambito della procedura di legge. E’ interesse comune assicurare il futuro delle funzioni che resteranno operative e importanti per l’azienda a Trieste e in Italia anche negli anni a venire: ricerca e sviluppo, vendita, project management, sourcing, assistenza e formazione”, conclude la nota.

Redazione
info@friulitv.net